Calcolo del ciclo di vita delle protesi da corsa con i dati di misura 3D

05/2015Per calcolare con precisione il ciclo di vita delle protesi da corsa, i ricercatori dell'Università di Paderborn (Germania) hanno studiato la durevolezza di questi preziosi dispositivi ortopedici. Durante le prove di carico sono stati utilizzati dei sistemi di misura ottica.

Le protesi sportive devono soddisfare requisiti elevati dato che, soprattutto durante lo sport, i movimenti rapidi fanno sì che si sviluppino carichi maggiori. Per ottenere dati affidabili sul ciclo di vita delle protesi sportive, il dipartimento per le costruzioni leggere nell'industria automobilistica dell'università di Paderborn (Germania) ha analizzato la durabilità di questi dispositivi ortopedici durante un progetto di ricerca. Il progetto è stato condotto in collaborazione con la società tedesca Orthopädietechnik Winkler e con altri partner.

Per i test sui carichi ciclici, sia sul banco di prova che direttamente sui pazienti, è stato utilizzato il sistema di misura senza contatto PONTOS. Rispetto ai metodi tradizionali, come ad esempio gli estensimetri, il sensore ottico acquisisce spostamenti e deformazioni tridimensionali direttamente sulla protesi da corsa.

I risultati ottenuti sono stati impiegati per calcolare il ciclo di vita delle protesi al fine di aumentare la sicurezza degli atleti. Inoltre i dati di misura sono stati impiegati per l'analisi delle simulazioni e sono stati confrontati con i metodi di misura tradizionali (ad esempio gli estensimetri).

L'intera nota di applicazione in lingua inglese è disponibile in formato PDF.