Più di 200 partecipanti al Testing Roadshow di GOM

Cicli di sviluppo più brevi, necessità di contenimento dei costi e requisiti di qualità sempre più esigenti impongono ai produttori di ridurre i tempi tra l'ideazione dei prodotti e il loro lancio sul mercato. È per questo motivo che progettisti, ingegneri dei reparti prove e specialisti di ricerca e sviluppo puntano sempre di più sui sistemi di misura ottica. Questo il risultato dello scambio tra esperti avvenuto al Testing Roadshow GOM dal titolo "Nuove tecnologie di misura per test su materiali e componenti" al quale hanno preso parte circa 200 specialisti in quattro location.

Le presentazioni delle funzionalità del nuovo ARAMIS 3D Camera, dell'unità di controllo GOM Testing Controller e del software GOM Correlate hanno dimostrato come i sistemi di misura ottica sostituiscano ormai i metodi tradizionali quali estensimetri, accelerometri, trasduttori o estensometri. Secondo gli utenti, la ragione risiede nella densità di informazioni: il nuovo sistema ARAMIS misura sia geometrie che deformazioni e spostamenti tridimensionali di campioni di materiale o di componenti sottoposti a carico meccanico o termico. Durante il processo, l'acquisizione delle deformazioni statiche e dinamiche non si basa soltanto su singoli punti, bensì su misurazioni a tutto campo.

Un ulteriore vantaggio del nuovo metodo è la semplicità di integrazione delle tecniche di misura senza contatto sui banchi e nei laboratori di prova. Il nuovo GOM Testing Controller semplifica l'integrazione completa in ambienti di prova utilizzando trigger esterni, acquisizione e conversione di dati senza complessi sistemi di posizionamento e cavi. L'unità GOM Testing Controller comprende un'interfaccia supportata da software per programmare, ad esempio, sequenze di misura predefinite o specifiche definendo interdipendenze peculiari tra parametri di analisi, come la velocità di registrazione usando buffer circolari e trigger. In aggiunta, le sequenze di misura definite possono essere salvate e utilizzate come template per altri progetti.

Il nuovo sensore di prova ARAMIS 3D Camera dispone di obiettivi preimpostati e certificati installati in un robusto alloggiamento che garantisce un elevato grado di stabilità di calibrazione del sensore. I volumi di misura possono essere sostituiti facilmente dall'utente per permettere la misura di oggetti da piccoli a grandi, spaziando da campioni di materiale a componenti di aerei. Oltre ad ARAMIS 3D Camera e l'unità di controllo GOM Testing Controller, grazie al software parametrico GOM Correlate Professional tutte le azioni e fasi di analisi sono completamente tracciabili e interconnesse. In questo modo è possibile modificarle o regolarle facilmente. Basta premere un pulsante e tutti gli elementi della Timeline corrispondenti vengono aggiornati automaticamente dopo eventuali modifiche.

Oltre al software GOM Correlate e alla correlazione di immagini digitali, le dimostrazioni live hanno presentato l'intero workflow e il processo di valutazione per analisi di movimento e operazioni di posizionamento del sistema ARAMIS, incluse le misure della deformazione per punti e a superficie intera.

Per ulteriori informazioni su GOM Correlate consultare www.gom-correlate.com.